La Gioventù e l’Alcool

Al giorni d’oggi è sempre più frequente la notizia di incidenti stradali dovuti all’alcool. Oramai in Italia persiste uno stato d’allerta, cioè, un consumo spropositato di alcolici da parte dei giovani, che, incuranti delle conseguenze, decidono di passare il loro fine settimana in compagnia di bottiglie e cocktail, per poi porsi alla guida di autovetture mettendo in serio pericolo i passeggeri del veicolo, i pedoni e anche gli altri automobilisti.
Una squadra di ricercatori, guidata dal professor Carol Ann Paul del Wellesley College del Massachusetts, cercò di scoprire gli effetti che provocava, e ancor oggi provoca, l’alcool sulla diminuzione, dovuta all’invecchiamento, della massa celebrale.
La squadra scoprì che chi in gioventù ha consumato assiduamente alcolici ha una massa celebrale che tende a diminuire maggiormente rispetto a chi ne ha fatto un uso più moderato, e questo fenomeno è ancor più rilevante nelle donne. Ma lo stesso Paul ha dedotto, grazie ad ulteriori studi, che, se usato in giuste dosi, l’alcool, ha effetti benefici sul cuore.
Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, oggi i consumatori più assidui di super alcolici, drink, cocktail alcolici e birre sono i giovani tra i 13 e i 15 anni; addirittura il 67% ne fa uso assiduo e smisurato; nella fascia tra i 18 e i 24 anni l’uso è ancor maggiore. Tra i ragazzi che fanno uso di sostanza alcoliche, il 25% sono maschi, mentre il 31% sono femmine. I luoghi principali di ‘’spaccio’’ degli alcolici sono le discoteche e locali notturni. Dagli ultimi controlli anti-alcool disposti dal questore di Bolzano, Piero Innocenti, da lui definiti ‘’allarmanti’’, risulta che durante alcuni blitz hanno trovato giovani ‘’ così ubriachi da non reggersi neppure in piedi e da non rendersi nemmeno conto di quanto stava accadendo intorno a loro’’. La polizia punta il dito contro i gestori di locali che incentivano l’assunzione di alcolici. Lo scopo preposto dalla questura è quello di prevenire e reprimere le violazioni con un orario massimo per la somministrazione di alcool, per esempio le 02.00.
Una grave conseguenza di questo uso smisurato di sostanze alcoliche sono gli incidenti stradali. Infatti, giovani che si mettono ubriachi alla guida sono vere e proprie bombe ad orologeria, perché possono causare  gravissimi danni alle altre persone innocenti.
Un uso sostanziale di bevande ad alto tasso alcolico ne fanno gli anziani, sempre secondo l’ I.S.S., oltre il 32%, per la maggior parte uomini dai 65 anni in su.
E’ giusto che i proprietari dei locali facciano bere a dismisura minorenni solo per riempire le loro tasche? E’ giusto che un ragazzo uccida persone innocenti perché ubriaco? E’ giusto che lo stato non prenda provvedimenti più seri a riguardo? E’ giusto che la GIUSTIZIA sia impotente di fronte ad un problema così serio? A voi l’ardua sentenza.

Dalla Redazione del Blocco Studentesco Napoli

Metafora che descrive il legame forzato tra l’alcolista e la sua dipendenza
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...