ISCHIA (NA) 30 Novembre 2012 -CasaPound Italia e Blocco Studentesco con gli Studenti ischitani per il diritto alla mobilità.

Questa mattina CasaPound Italia e il Blocco Studentesco hanno partecipato  ad una manifestazione di oltre 300 studenti e cittadini ischitani, organizzata per ribadire il diritto alla mobilità già fortemente messo in crisi dall’aumento del costo dei biglietti dei trasporti marittimi e ultimamente dall’inefficienza della Eav-Bus, che ha praticamente messo in ginocchio studenti e pendolari.

 

La risposta di CPI a tale inefficienze è la proposta, già espressa qualche mese fa con due presidi sul molo Beverello e su quello d’Ischia, di istituire un “Biglietto Sociale”, in ottemperanza all’articolo 3 comma 2 della Costutuzione (che stabilisce la rimozione degli ostacoli di ordine economico e sociale che limitano di fatto il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione alla vita sociale), che non superi il costo, per i residenti, di 1,20 Euro per i traghetti e di 3,50 euro per gli aliscafi, oltre il rilancio delle aziende pubbliche per il trasporto di massa.

 

“I nostri ragazzi sono stati presenti stamani e sempre lo saranno” Afferma Emmanuela Florino, responsabile regionale CPI in Campania ” in tutte quelle iniziative atte alla difesa dei diritti di cittadini e studenti, portando un contributo concreto di idee, attivismo e proposte. CasaPound Italia è un’associazione regolarmente riconosciuta in questo Stato”  sottolinea poi la Coordinatrice regionale “in quanto tale ha diritto a manifestare, e di fare politica come qualsiasi altra associazione, e non  certo saranno gli insulti e le isteriche lamentele, rivolte a polizia e ai giornalisti, di qualche esponente di estrema sinistra ormai con i capelli sbiancati, che partecipa ad una manifestazione studentesca per chiari interessi elettorali, a fermare la nostra lenta e inesorabile marcia”.

 

SAMSUNG

SAMSUNG

SAMSUNG

 

 

la pagina Facebook dell’iniziativa

http://www.facebook.com/IschiaVuoleIlBigliettoSociale?fref=ts

Annunci

Giugliano (Na) : Dopo il Minzoni Blocco Studentesco partecipa all’assemblea al Marconi occupato

Giugliano in Campania (Napoli),28 Novembre  – Dopo la partecipatissima assemblea al Minzoni  anche  all’ IPIA Marconi Occupato si è svolta oggi un’assemblea sul ddl Aprea alla presenza della comunità studentesca . Invitato a tenere l’assemblea Andrea Coppola , responsabile provinciale del Blocco Studentesco Napoli. ” Dopo l’assemblea tenutasi la settimana scorsa al Minzoni sono stato invitato anche  qui dai rappresentanti di istituto “-afferma Andrea Coppola al margine dell’assemblea-” per poter portare il punto di vista del Blocco Studentesco agli studenti del Marconi sulle scellerate scelte del governo Monti in materia di scuola pubblica .” “La seguitissima assemblea ” – agginge  poi Coppola- “è stata di fondamentale importanza per  tutti gli studenti che hanno presenziato per ribadire il loro secco no ai continui tentativi di privatizzazione della scuola pubblica.”

 

“Siamo orgogliosi” Conclude poi Roberto Acuto , responsabile regionale del Blocco Studentesco . -“ Che il Blocco Studentesco è sempre più punto di riferimento per gli studenti , per la sua ferma opposizione al governo Monti e al ddl ex Aprea. “L’assemblea di oggi è l’ennesima iniziativa del Blocco Studentesco nell’area nord di Napoli per sensibilizzare la comunità studentesca sui danni di un governo che minaccia il futuro stesso dell’istruzione pubblica sul miraggio di un sistema anglosassone lontano dai bisogni degli studenti.

 

 

24/11 Italia in Marcia, con CasaPound

CasaPound Italia, Iannone: ‘manifestazione bellissima e riuscita, ora ci chiedano scusa’ 10mila in piazza e 30mila sul web, vittoria che mette a tacere chi voleva vietare il corteo’

 

Roma, 26 novembre – ”Una manifestazione bellissima e riuscita. Abbiamo dimostrato ancora una volta, come già a Bolzano e a Napoli, la nostra forza tranquilla, e credo che mote persone ci dovrebbero delle scuse adesso. Diecimila in piazza con i tanti che si sono uniti al corteo man mano che procedeva, trentamila persone che ci hanno seguito dal web, con la diretta di Radio Bandiera Nera dalla pagina facebook di Cpi: è una vittoria che mette a tacere tutti quelli cheavrebbero voluto vietarci di sfilare per Roma e che nemmeno una parola hanno speso contro chi sabato per le strade della Capitale urlava slogan macabri già sentiti in tempi bui, evocando il cimitero per i ‘fasci”’. Così il leader di CasaPound Italia, Gianluca Iannone, fa il bilancio della manifestazione di CasaPound Italia che sabato ha sfilato da piazza Mazzini a Ponte Milvio.

 

”Certo – aggiunge Iannone – c’è da aver paura di un movimento che riesce a realizzare tutto questocon la sola forza di volontà degli uomini e delle donne che lo compongono, senza finanziamenti pubblici e stipendi da migliaia di euro. Un movimento libero, che se ne frega delle ‘coccole’ dei media e che porta in piazza e dà voce a tutti quelli che la voce non ce l’hanno, come i nostri soldati ancora detenuti in India, dimenticati da tutti e solo da noi ricordati, ancora una volta, sabato, quando abbiamo gridato ‘marò liberi’ sotto la Farnesina, o come i disabili, considerati ‘un costo’ dal ministro Fornero, che erano in piazza Mazzini con noi e con Impavidi Destini. C’è da aver paura di un movimento che non ha bisogno di bruciare le macchine dei padri di famiglia o di spaccare le vetrine per dire ‘no’ al governo Monti. CasaPound Italia – ricorda il presidente di Cpi – è stata la prima forza politica a manifestare dopo l’insediamento dell’esecutivo tecnico, un anno fa a Napoli, e oggi – sottolinea – è l’unico soggetto politico libero, non a busta paga, in grado di dire agli italiani che non vogliono più essere schiavi degli umori dei mercati che non hanno ragione di esistere né fondi sovrani né debiti sovrani, perché sovrana è soltato la Nazione”.

 

Il video ufficiale del corteo è liberamente scaricabile da

http://www.youtube.com/watch?v=ElTH3qVGCKU

o dalla pagina facebook di CasaPound Italia

 

info: 3478057510

www.facebook.com/votacasapound

www.casapounditalia.org

www.radiobandieranera.org

 

 

 

 

 

 

 

Continua l'”autunno caldo”, il 24 novembre tutti a Roma con CasaPound

Roma, 19 nov. – “La ‘generazione perduta’ il 24 novembre scenderà in piazza a Roma conCasaPound Italia. Continueremo così a dare il nostro ‘assalto al futuro’ in un autunno caldo che sta vedendo migliaia di studenti in tutto il territorio nazionale mobilitarsi contro il ‘governo dei baroni'”. Lo annuncia in una nota il coordinatore nazionale del Blocco StudentescoRolando Mancini.

 

“Cpi con la manifestazione di Napoli del novembre 2011 e il Blocco Studentesco con la contestazione al ministro Profumo a Verona dello scorso febbraio, sono stati i primi a scendere in piazza controquesto governo tecnico al servizio di finanza e poteri forti – precisa Mancini -. La svendita del nostro paese, la perdita di ogni sovranità nazionale e il dissolvimento definitivo dello Stato sociale, attraverso provvedimenti com il ddl Ex Aprea, sono quesioni che interessano tutti gli italiani, studenti e lavoratori”. 

 

“Viviamo un periodo storico difficile, una crisi che mette in gioco il futuro dell’Italia e dell’Europa – conclude Mancini -. Per questo il nostro dovere, come studenti e giovinezza di questa nazione, è quello di lottare con tutte le forze contro Monti, Profumo, la casta, i tecnici, la finanza, i mercati, le banche e l’usura. Il 24 novembre saremo parte di un’Italia in marcia pronta a sfidare la medusa per riprendersi il suo paese”.

Giugliano (Na) : Blocco Studentesco partecipa all’assemblea sul ddl Aprea al Minzoni occupato

Giugliano in Campania (Napoli),20 Novembre  – Si è svolto oggi al Minzoni Occupato , un’assemblea sul ddl Aprea alla presenza della comunità studentesca che da ieri sta occupando l’edificio scolastico. A tenere l’assemblea , oltre ai rappresentanti eletti , agli ex rappresentanti anche Andrea Coppola , responsabile provinciale del Blocco Studentesco Napoli. ” Sono stato invitato qui dai rappresentanti di istituto “-afferma Andrea Coppola al margine dell’assemblea-” per poter portare il punto di vista del Blocco Studentesco all’interno del Minzoni per quanto riguarda il ddl Aprea e la situazione studentesca in generale in Italia. ” “E’ stata un ottima e partecipata assemblea “- continua poi Coppola-” in cui tutti gli studenti sono venuti a conoscenza della drammatica situazione in cui versa la scuola pubblica in Italia sotto i continui attacchi , e i tentativi di privatizzazione portati avanti dal Governo Monti.”

 

“Questa è solo la prima di una lunga serie di attività che organizzeremo all’interno dell’occupazione ” Conclude poi Gianfranco Smarrazzo , Rappresentante di istituto primo eletto. -“ Dimostreremo con la nostra occupazione che la nostra generazione non è più disposta ad accettare leggi vergognose come il ddl Aprea  che provocherà la progressiva privatizzazione dell’istituzione scolastica con la sostituzione dei consigli di istituto con dei “consigli d’autonomia ” aperti a membri esterni  che metteranno  fortemente a rischio l’autonomia scolastica, il diritto di assemblea  e la libertà stessa d’insegnamento in nome del pareggio di bilancio»

 

 

San Gennaro Vesuviano (NA) : Blocco studentesco elegge anche rappresentante di Istituto al ISIS Caravaggio

San Gennaro Vesuviano (Na) 20/11/2012 . Con più del 50% delle preferenze , 293 voti su 559 votanti, Il candidato del Blocco Studentesco , Antonio Cuciniello , è stato eletto come rappresentante d’istituto all’ISIS Caravaggio.

“Per noi è una grande vittoria “, afferma Roberto Acuto, responsabile regionale del Blocco Studentesco ” Poichè il nostro candidato è risultato il  più votato diventando il primo rappresentante del Blocco Studentesco nella storia dell’istituto. Questa vittoria ” -continua Acuto-” è  l’ennesima dimostrazione che il Blocco Studentesco acquista sempre più consensi tra gli studenti per il suo programma chiaro , per la costante presenza all’interno delle scuole di Napoli e provincia , e per la decisa contrarietà a leggi , come il ddl Aprea , che mirano alla sistematica  distruzione della scuola pubblica in favore di un sempre più forte tentativo di privatizzazione. ”

“Questa vittoria altro non è che un ulteriore punto di partenza”, afferma il neo-rappresentante Cuciniello ” e già da domani mi impegnerò con l’aiuto deimilitanti del Blocco Studentesco e gli altri studenti del Caravaggio, affinchè la nostra voce giunga alle orecchie delle istituzioni locali e nazionali.”

Blocco Studentesco: eletto rappresentante alla Consulta Provinciale, al Caravaggio di San Gennaro

Napoli, 14 Novembre  –  Con 200 Preferenze il candidato del Blocco Studentesco Antonio Cuciniello è stato eletto come rappresentante alla consulta provinciale degli studenti all’ ISIS Caravaggio di San Gennaro Vesuviano.

” Per noi questa vittoria è un motivo di orgoglio ” afferma Andrea Coppola,  responsabile provinciale della sezione scuola del Blocco Studentesco” e dimostra che il Blocco Studentesco  si sta ormai ramificando in tutta la provincia napoletana. ” – “va ricordato però” aggiunge Coppola “che le

elezioni per noi sono solo un mezzo e mai il fine, e che già dalla prima riunione della consulta il nostro rappresentante , insieme agli altri nostri candidati che probabilmente verranno eletti nelle altre scuole, si impegnerà assiduamente per far sentire il nostro punto di vista contro questo governo tecnico che sta svendendo il futuro della scuola pubblica italiana“.