BLOCCO STUDENTESCO, BLITZ E SIGILLI ALLE SCUOLE PRIVATE PER DIRE NO AL ‘CONTRIBUTO VOLONTARIO’

BLOCCO STUDENTESCO, BLITZ E SIGILLI ALLE SCUOLE PRIVATE PER DIRE NO AL ‘CONTRIBUTO VOLONTARIO’

Napoli, 10 Maggio – Anche a Napoli , come in diverse città d’Italia, il Blocco Studentesco , nella notte ha sigillato con nastro bianco e rosso gli ingressi di  una decina di  scuole private della città, e questa mattina  i militanti del Bs hanno svolto un blitz Ufficio Scolastico Regionale per la Campania con bandiere e fumogeni  , durante il quale è stato effettuato un volantinaggio ed esposto lo striscione ‘Il contributo volontario non può essere obbligatorio, stop ai fondi pubblici per le scuole private’.

“E’ assurdo che in un momento di crisi come quello attuale le famiglie degli studenti siano costrette a pagare una tassa che si maschera volontaria ma che nei fatti è obbligatoria e ricattatoria.” afferma Rolando Mancini responsabile nazionale del Blocco Studentesco.
”Servono fondi per la scuola pubblica? che si cominci a fare cassa abolendo il finanziamento pubblico alle scuole private senza gravare le famiglie di un ulteriore tassa. Una tassa – prosegue Mancini – che oltre tutto non è proporzionale al reddito, il milionario e il disoccupato pagano la stessa somma, noi non diciamo che chi ha la possibilità non debba versare il contributo, anzi lo auspichiamo vista la situazione in cui versa la scuola pubblica, ma chi non arriva a fine mese non può sentirsi dire da presidi e professori che se non paga il contributo il figlio non sarà iscritto all’anno successivo.”

946073_10201121330379123_1060875550_n

408488_10201121318458825_1219421784_n (1)

308509_580415118646845_590773855_n

260187_580415058646851_1793073564_n

253448_10201121317658805_1671261914_n