Hiroo Onoda: Non mi arrendo. La fedeltà di un uomo.

– Si è spento, dopo una vita vissuta sotto il segno della fedeltà, dell’onore e del coraggio, Hiroo Onoda, l’ultimo soldato dell’ esercito dell’impero Nipponico. Rimasto ad eseguire gli ordini del suo ex generale e restio all’idea che il suo impero si fosse arreso, è per 30anni che, nelle foreste delle Filippine, combatte la sua guerra e continua a sognare un regno Nipponico che stringe i denti e difende il suo onore. Vive di furti per i viveri, salvo poi, nel 1977, ricevere ordine di arrendersi dal suo ex generale. A nulla valsero i tentativi di dissuaderlo. La resa non era un’opzione contemplata nel suo addestramento, tantomeno incondizionata. Anni di isolamento non hanno poi impedito il reintegro nella società, avvenuto in Brasile, dove divenne un punto di riferimento per la numerosa comunità giapponese. Rilevante è stato anche il suo impegno nel sociale, in Brasile ed in patria, nella quale, dopo avervi fatto ritorno, fondò un istituto di riabilitazione, lo Onoda Shizen Juku, che, tutt’ora attivo, educa i ragazzi alla convivenza comunitaria. Non manca di dedicarsi alla famiglia e di essere vicino al fratello, e non manca, neanche nei suoi ultimi momenti, di amare sempre in maniera incondizionata la sua terra. È nella sua terra che chiede di ritornare ed è nella sua terra che viene a mancare, il 17gennaio, l’ultimo soldato. Fedeltà ed Onore. Fino all’ultimo.

Di Antonietta C.1491344_10202341746337388_650142164_o

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...