Dieci anni di iPhone.

Era il 9 Gennaio del 2007, quando Steve Jobs presentò il primo modello di iPhone. Si chiamava 2G, aveva uno schermo di soli (allora ampi) 3,5 pollici, era touch ma senza pennino; in linea con l’idea di Jobs che ha sempre sostenuto che il miglior puntatore fosse il dito. L’ anno successivo fu la volta dell’iPhone 3G, le cui novità in assoluto furono il supporto alle reti 3g e il gps incorporato: a Luglio arrivò sul mercato italiano. L’ 8 giugno del 2009 Apple presentò l’iPhone3Gs, una versione rivisitata del 3g con una batteria più capiente, una fotocamera di 3,2 megapixel capace di registrare video e il supporto alle reti HSDPA. La grande svolta dopo il primo iPhone, si ebbe il 7 giugno del 2010, quando venne presentato iPhone 4, totalmente ridisegnato, con bordo in alluminio e cover in vetro, fu lo smartphone più sottile, con schermo in retina e una risoluzione sorprendente; l’ unico grande difetto era legato alla ricezione. Il 4 ottobre del 2011, sul palco salì per la prima volta Tim Cook; Steve Jobs, tanto atteso in sala, non fu presente per il forte decorso della sua malattia. Fu presentato l’iPhone 4s, furono risolti i problemi di ricezione e migliorati processore, fotocamere e si ebbe l’ introduzione dell’assistente vocale Siri. Il 12 settembre 2012, Tim Cook presentò l’ iPhone 5, l’ ultimo iPhone progettato da Steve Jobs, in cui cambiarono le dimensioni e la scocca (che divenne in alluminio) con rifiniture in vetro. Nelle prime 24 ore dalla presentazione l’iPhone 5 superò i 2 milioni di prevendite. Il 10 settembre 2013 fu presentato il 5s: grande novità fu il sensore di impronte digitali e la nuova colorazione in oro. Nella stessa data ci fu l introduzione dell’iPhone 5c, uno smartphone con scocca in policarbonato colorato, a basso costo. Il 2014 fu l anno dell’iPhone 6, ridisegnato completamente, con una scocca in alluminio più arrotondata con schermo di 4,7 pollici, e una versione Plus con display abbondante di 5,5 pollici. Nel 2015 arrivò la versione S del modello 6, la cui novità assoluta fu lo schermo che riconosce la pressione del dito; questi nuovi iPhone furono costruiti in alluminio più resistente e il nuovo colore oro rosa rese lo smartphone un vero e proprio oggetto di tendenza. Nel Marzo dello stesso anno a sorpresa venne svelato iPhone SE avente caratteristiche del 6s ma con design del 5s. Il 2016 è stato la volta degli iPhone 7, quasi stesso design dei vecchi iPhone, tra le novità i colori nero opaco e jet black e la resistenza ad acqua e polvere. 10 anni di storia per uno smartphone che ha rivoluzionato il mercato e il modo di concepire quello che era il concetto di cellulare. apple

Oggi non avere l’iPhone soprattutto per i giovani significa non essere alla moda, significa rinunciare a tanta comodità e immediatezza nell’interagire con il mondo intero. Come dice la Apple nei suoi spot:” Se non hai un iPhone, non hai un iPhone.”, uno slogan che la dice lunga sulla tendenza che ha creato questo contenitore di tecnologia, uno status symbol che mette in crisi le persone, al punto di far creare file chilometriche fuori agli Apple Store anche in tempi di crisi. Sarà follia della gente o bravura nella comunicazione?

 

Rivoluzione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...