Gentile e la riforma gentiliana

Chi era Giovanni Gentile? Tralasciando nello specifico la sua biografia fu il nostro ministro della pubblica istruzione durante l’epoca fascista, sommo esponente della filosofia mondiale e precursore del concetto di italianità. Oggi, in virtù della profonda crisi nazionale, Gentile non potrebbe essere più attuale. Gli italiani non si son fatti. Questo non è  il luogoContinua a leggere “Gentile e la riforma gentiliana”

San Sepolcro: la prima volta del Fascismo.

Milano, 23 Marzo 1919. Quella  domenica c’era una leggera e piacevole pioggia primaverile; piazza Sansepolcro non era mai stata frequentata nei giorni festivi, ma chi passava per là notava un po’  più movimento del solito. Giampaoli e Meraviglia erano  arrivati prima per controllare che tutto andasse per il meglio ma avevano trovato la piazza tranquilla,Continua a leggere “San Sepolcro: la prima volta del Fascismo.”

17 marzo 1861. Italia.

Vittorio Emanuele II Re D’Italia. E’ quanto è accaduto il 17 marzo 1861. Un’Italia finalmente unita, mutila di alcune regioni, ma erede dell’Impero. Figlia di animi vivi e volti ad una causa maggiore, nata dallo spirito di Sovranità Nazionale che neanche il tavolo di Vienna e le sue trattative riuscirono a spegnere e firmata conContinua a leggere “17 marzo 1861. Italia.”

Dalla tradizione all’azione.

Se non riescono a distruggere il desiderio di libertà non possono stroncarti. Non mi stroncheranno perché il desiderio di libertà e la libertà del popolo irlandese sono nel mio cuore. Verrà il giorno in cui tutto il popolo irlandese avrà il desiderio di libertà. Sarà allora che vedremo sorgere la luna”. Robert Gerrard Sands, notoContinua a leggere “Dalla tradizione all’azione.”

Il Vate: poesia e bacio di vita eterna.

Amava circondarsi di lodi e poesia Gabriele D’Annunzio: lo testimonia una delle sue ultime apparizioni pubbliche al Vittoriale. Il poeta allieta gli ospiti declamando alcuni versi della Commedia di Dante; appare divertito, muove sapientemente la poesia, la mescola alla sua elegante ironia. Disturbati dai flash dei fotografi, i suoi occhi intravedono il culmine di unaContinua a leggere “Il Vate: poesia e bacio di vita eterna.”

Viaggio tra i Nazionalisti: Russia.

I riflettori politici sono, negli ultimi tempi, fissati ad est del nostro paese. Grande attenzione, come già da noi discusso, desta l’Ucraina. Ma non è la sola. A nord-est di quest’ultima si estende la Russia e le due nazioni, nell’ultimo anno, hanno animato la nostra geopolitica. Ma cosa sta accadendo effettivamente? Un nostro militante haContinua a leggere “Viaggio tra i Nazionalisti: Russia.”

Viaggio tra i Nazionalisti: Ucraina.

In virtù delle profonde diatribe sorte tra euroscettici ed europeisti, il Blocco Studentesco Napoli vuole, attraverso una serie di interviste, chiarire gli aspetti salienti dei principali movimenti nazionalisti dei paesi europei .. Punto di partenza è l’Ucraina, ormai oggetto di discussione dei nostri scenari politici da oltre un anno. Per chiarirci la questione un nostroContinua a leggere “Viaggio tra i Nazionalisti: Ucraina.”

Foibe: la Storia taciuta.

Ciò di cui parleremo oggi riguarda una storia taciuta; tanti sono i motivi per cui ciò che segue è stato messo in atto. Siamo a metà settembre del 1943. La zona di Istria, Fiume e Dalmazia, viene occupata dai partigiani comunisti di Tito. Essi, insieme ai partigiani comunisti italiani, muniti  di armi e mezzi cheContinua a leggere “Foibe: la Storia taciuta.”

Jan Palach: un sacrificio che profuma di libertà

Uno degli ultimi martiri europei, figlio di una contestazione giovanile il cui vento soffiava ormai forte in tutta Europa, Jan Palach morì martire per la libertà del suo popolo a soli venti anni. Nato a Praga l’11 Agosto 1948, visse il pieno fermento che sconvolse l’Europa intera e si fermò alle porte della sua Praga,Continua a leggere “Jan Palach: un sacrificio che profuma di libertà”

7gennaio 1978 – 7gennaio 2015: La strage di Acca Larentia.

Sono le 18.20 del 7 gennaio 1978. A Roma, la sede dell’MSI in via Acca Larentia inizia a svuotarsi. Restano alcuni ragazzi che di li’ a poco avrebbero iniziato un volantinaggio per pubblicizzare un concerto: Francesco Ciavatta, figlio del portiere dello stabile in cui ha sede la sezione, Maurizio Lupini, dirigente di estrazione popolare, FrancoContinua a leggere “7gennaio 1978 – 7gennaio 2015: La strage di Acca Larentia.”

“Natale… Di Sangue.”

Vitalismo e ribellismo, laboratorio politico ed opera d’arte. 16 mesi di virtuosismo militare e politico che hanno siglato una delle migliori e più eroiche pagine della nostra storia in uno scorcio di Italia firmato Gabriele D’Annunzio. Sono i frenetici avvenimenti legati alla presa della città di Fiume quelli cui si fa riferimento; impresa di notevoleContinua a leggere ““Natale… Di Sangue.””

“Mens sana in corpore sano”: lo sport nel ventennio!

Cura del corpo, esaltazione della bellezza, caccia, competizione. Diversi e molteplici i significati che questi termini hanno assunto nel corso dei secoli, passando anche per l’antica Grecia e l’Impero Romano, fino ad arrivare a ciò che per noi oggi è lo sport. E’ durante il ventennio che l’educazione fisica nelle scuole e lo sport inContinua a leggere ““Mens sana in corpore sano”: lo sport nel ventennio!”

Yukio Mishima. L’ultimo Samurai

Ogni epoca ha avuto i suoi eroi, figure che, nella speranza di migliorare il proprio paese, si sono battuti arrivando anche rischiare la propria vita. E, in un’epoca come la nostra, dove si sono persi quasi del tutto i principi che ci legano alle tradizioni ed alla nostra terra, fondamentale è “ Ritrovare se stessi”Continua a leggere “Yukio Mishima. L’ultimo Samurai”

Multiculturalismo o l’ipocrisia del buon costume

Sembra che i media, da qualche giorno, abbiano trovato il nuovo tormentone da cavalcare e riproporre incessantemente al telespettatore medio che, per sua natura, deve aver paura di un determinato pericolo o di un determinato nemico. Dopo l’Ebola e il terrorismo firmato ISIS, si presenta alle porte della nostra informazione civile e benpensante un nuovoContinua a leggere “Multiculturalismo o l’ipocrisia del buon costume”

Prima guerra mondiale

Nell’anno in cui ricorre il Centenario della Grande Guerra, vediamo delineata, nel nostro Paese, una situazione di profonda crisi che attanaglia tanto l’aspetto socio-economico quanto la sfera strettamente privata. Obiettivo del Blocco Studentesco è, come delineato anche nel nuovo programma, l’acquisizione di una coscienza storica che consenta, o quantomeno getti le basi per consentire, allaContinua a leggere “Prima guerra mondiale”

Giorgos e Manolis presenti

Oggi, 1° Novembre, ricorre il primo anniversario dell’efferato omicidio dei due militanti di Alba Dorata: Manolis Kapelonis e Giorgos Fountoulis, di 20 e 23 anni, assassinati con 12 colpi esplosi a distanza ravvicinata.Era una serata come tante altre per i militanti della sezione di Chrysi Avgì del quartiere Neo Eraklio. Alcuni dei ragazzi si trovavanoContinua a leggere “Giorgos e Manolis presenti”

“O Roma o morte”: tutti verso il centro.

L’Italia degli anni successivi al primo grande conflitto mondiale era sottoposta ad un governo liberale, ed il malcontento popolare toccava picchi elevatissimi. Durante il “Biennio Rosso” (1919-1920) l’insoddisfazione nazionale sfociò in scontri, occupazioni di fabbriche, mobilitazioni di contadini e operai. Si ebbero parecchi moti contro il carovita; insostenibile era la situazione dei reduci di guerra,Continua a leggere ““O Roma o morte”: tutti verso il centro.”

23 ottobre 1956 il sole non sorge più ad Est

23 ottobre 2014 sarà l’anniversario della rivoluzione di Budapest: esattamente 58 anni fa il popolo ungherese insorgeva contro la dittatura comunista di stampo sovietico per rivendicare la sua libertà. Il movimento di rivolta era composto da varie anime: studenti e intellettuali erano accomunati soprattutto dal sentimento anti-sovietico e nazionalista, ma non erano i soli. AlContinua a leggere “23 ottobre 1956 il sole non sorge più ad Est”